HomePage
CHI SIAMO CONTATTI LAVORA CON NOI COLLABORAZIONI CONVENZIONI AMBIENTE E SOCIALE AFFILIAZIONE
PROGETTO FORMATIVO
PROGRAMMA
CORSI

PROGRAMMA AZIENDA
PROGRAMMA SCUOLA
ITALIANO PER STRANIERI
ESAMI E ALTRE LINGUE
FORMAZIONE ALL'ESTERO
TRADUZIONI E INTEPRETARIATO
spacer spacer spacer spacer spacer spacer spacer spacer
arabo
ESAMI E ALTRE LINGUE
CERTIFICAZIONI
TABELLA LIVELLI QCER
ESAMI IN SEDE
Language Point informazioni generali
Language Point cambridge english
Language Point cils
Language Point oxford test of english
Language Point toeic
Language Point toefl
Language Point toefl junior
Language Point toles
Language Point tfi test
Language Point ielts
Language Point oet
Language Point celta
CINESE
SPAGNOLO
RUSSO
FRANCESE
TEDESCO
GIAPPONESE
PORTOGHESE
ARABO
FARSI





 

 

 

 

 

 

PERCHE' STUDIARE L'ARABO? 

E' la III lingua più diffusa al mondo con ben 220 milioni di madrelingua sparsi tra 57 paesi distribuiti tra il Vicino Oriente e l'Africa Settentrionale.  L'arabo vanta una tradizione secolare come lingua della liturgia, della letteratura e delle scienze. Negli ultimi  anni gli accadimenti geopolitici hanno reso fondamentale il dialogo con il mondo arabo che, tra l'altro, possiede da sempre una delle risorse fondametali per le economie occidentali, il petrolio. Studiare l'arabo egiziano può rivelarsi pertanto vincente per il lavoro, gli scambi e l'economia di molti paesi del Mediterraneo e soprattutto dell'Italia dove è ormai presente - nelle sue varie forme, più o meno dialettali - come lingua di immigrazione.



Spesso si sente parlare di arabo letterario e arabo volgare, ma la distinzione è alquanto imprecisa. Esistono di fatto dialetti arabi, diversi da regione a regione ma accomunati da un’origine comune che si rende evidente nella scrittura dell’arabo letterario. Dalle sponde dell’Atlantico a quelle del Golfo Persico l’arabo letterario è unico e costituisce a tutt’oggi il più potente collante che unifica gli irreprimibili nazionalismi arabo-musulmani che fanno ancora del Corano, libro sacro dei musulmani scritto in arabo, il centro magnetico di convergenza dell’azione interislamica. L’arabo in origine era uno dei tanti dialetti semitici della penisola arabica e insieme all'ebraico e all’amarico - lingua ufficiale dell'Etiopia - era annoverato tra le lingue delle grandi civiltà dell'umanità: assira-babilonese, fenicia, islamica . . .

 


Alcune singolari caratteristiche della lingua araba:

 

·   Ricca di consonanti e povera di vocali, ecco la caratteristica di questo idioma, dove le vocali,  a - i - u sono le stesse

    dell'italiano e vengono pronunciate in modo così attenuato che l’orecchio fatica a distinguerle, mentre le vocali brevi non

    si scrivono addirittura.

 

·   17 su 28 lettere vengono pronunciate con un suono diverso rispetto all'alfabeto italiano.

 

·   L'arabo si scrive e si legge da destra a sinistra, quindi per leggere un libro bisogna iniziare dall'ultima pagina. La scrittura

    è solo corsiva, cioè le lettere, quasi sempre, sono attaccate le une alle altre.


·   La scrittura sembra una sorta di stenografia e si è soliti intuire la pronuncia delle parole partendo dalle sue consonanti. Si

    tende a "vocalizzare" le  consonanti con dei piccoli segni messi sopra o sotto per agevolare la lettura. La scrittura araba

    risulta molto varia e anche piacevolmente decorativa per ovviare al fatto che il Corano ha sempre condannato la

    riproduzione di esseri animati per evitare l'idolatria. Si è supplito pertanto con la scrittura alla mancanza di immagini.

    Lingue non semitiche, come il persiano, il turco, il maltese ecc. hanno usato in passato la scrittura araba e alcune lingue 

    indoeuropee, come il persiano, usano ancora oggi i caratteri arabi per la loro scrittura.

 

 ·  Per quanto riguarda la grammatica esistono in arabo due generi, maschile e femminile, la concordanza dell'aggettivo con

    il nome, le preposizioni, l'articolo, la coniugazione dei verbi, come in italiano, ecc ...  L’arabo contempla tre numeri,

    singolare, plurale dualeche si usa se sono presenti due soggetti. I plurali dei nomi sono spesso irregolari. Il verbo è

    posto davanti al soggetto e presenta una serie di forme derivate che esprimono il passivo, il riflessivo ecc . . . L'aggettivo

    si mette sempre dopo il nome.

 

 

Language Point struttura corsi di lingua araba di minigruppo e individuali, secondo livelli e abilità. Chiama per un preventivo gratuito e senza impegno.

 
 
 
 
 
 
Dove siamo | Sistemazione a Milano | Listini | Download | Faq | Richiedi informazioni |
RISORSE E SERVIZI SEGUICI SU MATERIALE SCARICABILE ACCREDITAMENTI E PARTNERSHIP
Biblioteca
Servizi allo studente
Tempo libero
Facebook
LinkedIn
Twitter
Manuale 231/ex d.Lgs. 231/2001
Codice etico
Piano Offerta Formativa POF
Regolamento interno
Modalità corsi
PARTNERSHIP Ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca

 

 

 

LANGUAGE POINT  r.e.a. milano n. 1729387 |  partita iva n. 04032050967

Sede legale e operativa:
1. MILANO  § zona Loreto/Città Studi (MM1/MM2)
    Piazza Aspromonte n. 35 - 20131 Milano │T +39 02 29521559 │M +39 3465028947 │ F +39 02 87387922 │ info@languagepoint.eu │ skype:language.point
 
Zona Milano sud-ovest:
2. ROZZANO - Viale Liguria ( c/o Scuola Media Luini Falcone ) │T +39 02 29521559 │M +39 3465028947 │ rozzano@languagepoint.eu 
3. OPERA - Via Carducci  ( c/o Istituto Ponti ) T +39 02 29521559 │M +39 3465028947 │ F +39 02 87387922 │ opera@languagepoint.eu  │
 

languagepoint©all rights reserved │ graphic designers Viola Palatella & Umberto Aloi │autore ivana rita perego