HomePage
CHI SIAMO CONTATTI LAVORA CON NOI COLLABORAZIONI CONVENZIONI AMBIENTE E SOCIALE AFFILIAZIONE
PROGETTO FORMATIVO
PROGRAMMA
CORSI

PROGRAMMA AZIENDA
PROGRAMMA SCUOLA
ITALIANO PER STRANIERI
ESAMI E ALTRE LINGUE
FORMAZIONE ALL'ESTERO
TRADUZIONI E INTEPRETARIATO
spacer spacer spacer spacer spacer spacer spacer spacer
Piani educativi individualizzati
PROGRAMMA SCUOLA
FORMAZIONE SU MISURA
CORSI CURRICULARI
CORSI EXTRACURRICULARI
LABORATORI TEATRALI
CLIL
SUMMER CAMP
ASSISTENZA ALLO STUDIO
DISTURBI DI APPRENDIMENTO
GITE SCOLASTICHE
STAGE LINGUISTICI
INTERNSHIP





 

 

L’APPRENDIMENTO DELLA LINGUA INGLESE PER GLI STUDENTI DISLESSICI

 

Il rapporto tra dislessia evolutiva e apprendimento della lingua inglese scritta è particolarmente marcato.

Nei Paesi anglosassoni il numero dei soggetti dislessici evolutivi è molto più alto di quello italiano; tra la popolazione scolastica si passa dal 5% al 7%, e in Inghilterra i dati forniti dalla British Dyslexia Association parlano, sempre tra la popolazione scolastica, di un 4% di soggetti gravi. Il cervello degli inglesi è forse diverso da quello degli italiani? No. Quella che è molto diversa è la struttura dell'ortografia. La lingua inglese contiene un numero elevato di parole irregolari, ha una regola fono-grafica molto meno regolare di quella italiana (le lingue europee con l'ortografia più regolare sono l'italiano, appunto, il finnico e lo sloveno) e ha un numero elevato di parole monosillabiche. Tali caratteristiche rendono più complesso il processo di lettura e di scrittura della parole e di ciò soffrono particolarmente i soggetti dislessici evolutivi.

Se un bambino evidenzia dislessia nella lettura della lingua italiana, tale disturbo si presenterà in maniera molto più intensa nello studio della lingua inglese.


 

L'apprendimento della lingua scritta inglese per i dislessici italiani è un costante motivo di insuccesso e di frustrazione. Ma c'è di più: i bambini inglesi impiegano più tempo di quelli italiani per leggere e scrivere rapidamente e correttamente le parole, infatti solo in IV elementare raggiungono la piena padronanza della loro lingua, che praticano tutti i giorni; è evidente quindi quanto siano svantaggiati i dislessici italiani nell'apprendimento di questa lingua straniera. Sappiamo che i bambini che hanno una refertazione di dislessia evolutiva possono essere esonerati dall'apprendimento della lingua inglese scritta ma ciononostante le problematiche rimangono.

 

Presso i nostri Centri i docenti madrelingua lavorano sodo per aiutare questi studenti a raggiungere dei livelli di competenza della lingua inglese anche molto elevati, con possibilità di preparazione per sostenere esami di certificazione internazionali. Sono attenti ad applicare tutti gli strumenti compensativi e le misure dispensative nei confronti degli studenti con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA segnalati dai servizi sanitari) in tutte le fasi del percorso di apprendimento, compresi i momenti di valutazione finale.

 

Di seguito riportiamo alcune degli strumenti compensativi e delle strategie che dovrebbero essere utilizzate nelle scuole pubbliche e private per facilitare l’acquisizione:

 

Strumenti:

-          Computer con programmi di videoscrittura, correttore ortografico e sintesi  vocale

-          Registratori e lettori DVD

-          Cartine geografiche e tabelle della memoria di ogni tipo

-          Cassette registrate ( dall’ insegnante, dall’ alunno, e/o allegate ai testi)

-          Fonoteca di testi culturalmente significativi

-          Dizionari di lingua straniera computerizzati, tabelle, traduttori

 

 

Strategie:

-          Incoraggiare una comunicazione costante e curata che consenta l’adozione di strategie possibili e valorizzanti

           in età adulta;

-          Adeguare l’organizzazione degli spazi predisponendo gli esercizi in modo ordinato sul foglio per facilitare la

           comprensione e la lettura, presentare un solo esercizio per foglio, distribuire lo spazio in modo organico

           soprattutto per multiple-choice, fill in the gaps, clozes ecc. );

-          Somministrare il più possibile prove informatizzate che prevedano tempi allungati e modalità alternative;

-          Offrire tempi più lunghi per le prove scritte in generale e per lo studio;

-          Valutare le prove scritte ed orali con modalità che tengano conto del contenuto e non della forma, non

           correggendo gli errori di tipo fonologico nella scrittura;

-          Evitare per i primi tempi la lettura ad alta voce;

-          Effettuare molti giochi linguistici per migliorare la competenza fonologica;

-          Lavorare su programmi online di altissimo livello e di grande stimolo come Macmillan English Campus;

-          Far usare prima lo stampato maiuscolo in quanto ha lettere più facilmente distinguibili ed è più facile da

           scrivere e riconoscere, passare gradualmente al corsivo o allo stampato minuscolo solo dopo che tutti i

           suoni siano stati presentati, compresi quelli complessi;

-          Assegnare compiti a casa in misura ridotta e soprattutto utilizzando la piattaforma di controllo corredata ai

           programmi online in nostra dotazione;

-          Usare testi ridotti non per contenuto, ma per quantità di pagine;

-          Appendere in vista, nella classe, ad uso di tutti, tabelle con parole ed illustrazioni, lettere dell’alfabeto, cartine,

           lavori prodotti dagli stessi studenti ecc.

 

 

 

 
 
 
 
 
 
Icona File Link
Visualizza allegato BDA_Training Education Brochure
Visualizza allegato Learner Learning Difficulties
Visualizza allegato Demystifying Dyslexia
Visualizza allegato Dyslexia Teacher Training_20 hrs
Dove siamo | Sistemazione a Milano | Listini | Download | Faq | Richiedi informazioni |
RISORSE E SERVIZI SEGUICI SU MATERIALE SCARICABILE ACCREDITAMENTI E PARTNERSHIP
Biblioteca
Servizi allo studente
Tempo libero
Facebook
LinkedIn
Twitter
Manuale 231/ex d.Lgs. 231/2001
Codice etico
Piano Offerta Formativa POF
Regolamento interno
Modalità corsi
PARTNERSHIP Ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca

 

 

 

LANGUAGE POINT  r.e.a. milano n. 1729387 |  partita iva n. 04032050967

Sede legale e operativa:
1. MILANO  § zona Loreto/Città Studi (MM1/MM2)
    Piazza Aspromonte n. 35 - 20131 Milano │T +39 02 29521559 │M +39 3465028947 │ F +39 02 87387922 │ info@languagepoint.eu │ skype:language.point
 
Zona Milano sud-ovest:
2. ROZZANO - Viale Liguria ( c/o Scuola Media Luini Falcone ) │T +39 02 29521559 │M +39 3465028947 │ rozzano@languagepoint.eu 
3. OPERA - Via Carducci  ( c/o Istituto Ponti ) T +39 02 29521559 │M +39 3465028947 │ F +39 02 87387922 │ opera@languagepoint.eu  │
 

languagepoint©all rights reserved │ graphic designers Viola Palatella & Umberto Aloi │autore ivana rita perego